Cosa firmano le Banche a Bankitalia (“Lettera di Attestazione”)

Eccovi la Lettera di Attestazione: su base mensile, ogni Banca/Cassa di Risparmio invia i dati contabili completi di ogni segnalazione alla “Vigilanza” di Banca d’Italia, accompagnati da una lettera carica di autocertificazioni.

Siamo talmente antipatici che Vi offriamo il testo della Circolare del 2008 (specificamente Circolare n. 272 del 30 luglio 2008 “Matrice dei Conti” intestata a “Vigilanza Bancaria e Finanziaria”) perché la data in questione era a metà nell’anno-spartiacque, tra la crisi Bear Sterns (marzo 2008) e quella di Lehman (settembre 2008) e, questo Vi interessa di sicuro, all’incirca META’ delle Obbligazioni Subordinate “in default” non erano ancora state emesse.

FAC–SIMILE DI LETTERA DI ATTESTAZIONE DELLA BANCA (allegato A)

Alla Banca d’Italia – Amministrazione Centrale (Servizio Supervisione Gruppi Bancari ) ____ (denominazione della banca) _____ (codice ABI)

Con la presente comunicazione si attesta che le segnalazioni di Vigilanza che questa banca trasmette a codesto Istituto ai sensi delle vigenti istruzioni si basano sui dati della contabilità e del sistema informativo aziendale.    (n.d.r Si tratta perciò dei dati interni alla singola banca, non degli Auditors)

Le suddette segnalazioni, che derivano dall’attivazione delle procedure di elaborazione dei dati approvate dai competenti organi aziendali, esprimono la situazione economica, patrimoniale e finanziaria dell’ente scrivente.    (n.d.r. Si tratta quindi di cifre dettagliatissime calcolate dalla singola banca coerenti con il ruolo che la singola banca si è data entro il sistema)

In particolare, si precisa che, al fine di assicurare la necessaria coerenza dei dati segnalati con le risultanze della contabilità e del sistema informativo aziendale, sono stati predisposti appositi strumenti di controllo interno che prevedono anche forme di rendicontazione sintetica per i responsabili aziendali. (n.d.r. Si dà per autocertificato che la singola banca sia dotata di sistemi di controllo e reporting adeguati)

Si rende noto che il contenuto della presente comunicazione è stato portato a conoscenza del consiglio di amministrazione.      (n.d.r. Si certifica che tutti, al vertice, sono stati informati e sono a conoscenza delle cifre rappresentate, inclusi i consiglieri non esecutivi di CdA)

Il Presidente del consiglio d’amministrazione (o di altro organo equipollente) _______(Firma)__________

Il Presidente del collegio sindacale (o di altro organo equipollente)         _________(Firma) __________

Il Direttore generale                                                                           _____(Firma)__________________

Il Dirigente preposto/capo contabile (2)                                     ____________(Firma) ______________

_ – – – – – – – – – – – – – – – – – – — – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – -(fine dell’Allegato A)———-

Orbene, non c’è nulla di anomalo in ciò che si chiede di firmare a persone fisiche che ricoprono i ruoli menzionati in un settore sottoposto ad Autorizzazione ed intensa Supervisione.

Ciò che è anomalo è che, in presenza di andamenti in progressivo deterioramento oltre il trend del mercato geografico di riferimento, o di cifre evidentemente manipolate in maniera ottimistica (in assenza di adeguati accantonamenti per rischi su crediti ), od ancora peggio, di transazioni in flagrante “conflitto di interessi” (prestiti a parti correlate, inclini a non essere facilmente rimborsati), l’inazione della Banca d’Italia sembra aver permesso a codesti personaggi che firmarono MENSILMENTE LA “LETTERA DI ATTESTAZIONE” di continuare per un bel po’ (oltre la PRIMA ISPEZIONE) l’esercizio dell’attività bancaria !

L’unica mossa per prevenire questi drammi (che si ripetono dall’inizio degli anni Ottanta) sarebbe una azione di cambio totale ed eclatante nella qualità di tanti Consigli di Amministrazione e del management bancario.

Inoltre, in caso di Ispezioni Generali che mostrino le classiche fattispecie di “conflitti di interesse” e “distrazione di fondi” e “riciclaggio”, si deve giungere alla pronta azione di detenzione (stante il rischio di fuga e di inquinamento delle prove), vista la elevata pericolosità sociale, il tutto accompagnato dal blocco preventivo di beni fino al secondo grado di parentela (grado da Codice Civile, state tranquilli: significa in pratica solo “parenti strettissimi di primo grado” in linguaggio corrente…. più le cosiddette intestazioni “alle varie teste di legno” e a persone affettivamente vicine, cioè in vulgata corrente, “le amanti presenti ….o passate” ).

——————————–

Post scriptum: È dal 1996 che la nuova “Matrice dei Conti”, studiata da Bankitalia, venne imposta progressivamente a quasi tutte le quattrocento banche di allora (le Casse Rurali e Artigiane avevano giustamente un trattamento più semplice).

Fu dichiarato dal MinTesoro che era stata definita dagli esperti “la seconda migliore Matrice di Reporting al mondo” dopo quella americana