D3.0 – Articolo 5 – Lo Stato

Articolo 5 – Lo Stato

  • Noi Cittadini Italiani qui costituiamo una Società che chiamiamo Stato e nel cui patrimonio temporaneamente conferiamo l’Italia e altri nostri beni.
  • Noi Cittadini Italiani affidiamo temporaneamente allo Stato il compito di amministrare il proprio patrimonio,  le relazioni con gli Stati degli altri Paesi, la Repubblica Italiana, le relazioni fra i Cittadini Italiani, le relazioni fra Cittadini anche non italiani e fra essi e le Società presenti sul territorio italiano.
  • Noi Cittadini Italiani eleggiamo gli Amministratori dello Stato ai quali affidiamo, per periodi di tempo limitati, l’amministrazione dello Stato che opera esclusivamente per la protezione e per il miglioramento della qualità della vita dei presenti e futuri Cittadini Italiani.
  • Lo Stato amministra tramite la formulazione di leggi e di disposizioni esecutive compatibili con le leggi derivanti dalla presente Costituzione
  • Lo Stato coopta Amministratori dello Stato, non-eletti e per periodi di tempo limitati, per l’esecuzione delle proprie funzioni.
  • I conflitti di interesse che coinvolgono Cittadini e Società, incluso lo Stato, italiani e non italiani, sono risolti pacificamente ed efficientemente dall’Amministrazione della Giustizia.

——oooooo——

Lo Stato dunque è cosa diversa e subordinata alla volontà dei Cittadini Italiani associatisi nella Repubblica Italiana.

Fra i beni patrimoniali di proprietà dello Stato, e da esso amministrati, ci sono non esaustivamente:

  • il territorio non assegnato in proprietà ai Cittadini e alle Società private e pubbliche come ad esempio i Comuni
  • le proprietà mobili e immobili quali ad esempio il debito dello Stato e le partecipazioni in imprese e altre Società.

All’organizzazione dello Stato e alle sue primarie funzioni sono dedicati molti dei successivi articoli.