#Banditi, #Sprovveduti, #Stupidi e #Intelligenti sono le parole ambigue del giorno

“Allegro, ma non troppo”, Ed. Mulino, dello Storico dell’Economia Carlo Cipolla, è un libello di inestimabile valore etico . In poche pagine riassume almeno metà del poderoso testo “Una teoria della giustizia” di J.Rawls.

Con illuminante semplicità Cipolla distilla due fattori essenziali per classificare i comportamenti umani, sociali ed economici:

  • X – Danni o vantaggi che l’individuo procura a se stesso
  • Y – Danni o vantaggi che l’individuo procura agli altrigrafstupid1

 

  • I Banditi (in basso a destra): adottano comportamenti che danneggiano gli altri per trarne vantaggio
  • Gli Sprovveduti (in alto a sinistra): adottano comportamenti che danneggiano sè stessi e avvantaggiano gli altri
  • Gli Stupidi (in basso a sinistra): adottano comportamenti che danneggiano gli altri e se stessi
  • Gli Intelligenti (in alto a destra): adottano comportamenti per il proprio vantaggio e quello degli altri.

Una volta individuata la collocazione, nel quadrante più appropriato, della persona, o dell’associazione, con la quale vogliamo interagire inclusi noi stessi, ad essa si applicano le fondamentali leggi relazionali:

  • Prima Legge Fondamentale: Sempre e inevitabilmente ognuno di noi sottovaluta il numero di individui stupidi in circolazione. (1) (n.d.r. per statistica è probabile che noi possiamo essere fra questi)
  • Seconda Legge Fondamentale: La probabilità che una certa persona sia stupida è indipendente da qualsiasi altra caratteristica della persona stessa. (2)
  • Terza (ed aurea) Legge Fondamentale: Una persona stupida è una persona che causa un danno ad un’altra persona o gruppo di persone senza nel contempo realizzare alcun vantaggio per sé od addirittura subendo una perdita.
  • Quarta Legge Fondamentale: Le persone non stupide sottovalutano sempre il potenziale nocivo delle persone stupide. In particolare i non stupidi dimenticano costantemente che in qualsiasi momento e luogo, ed in qualunque circostanza, trattare e/o associarsi con individui stupidi si dimostra infallibilmente un costosissimo errore. (3)
  • Quinta Legge Fondamentale: La persona stupida è il tipo di persona più pericoloso che esista. Corollario: Lo stupido è più pericoloso del bandito.

Note del redattore:
(1) per statistica è probabile che noi possiamo essere fra questi
(2) per esempio, non è detto che gli stupidi appartengano tutti alla categoria de “gli altri”
(3) in questa legge Cipolla ha mimetizzato il principio secondo il quale chi si autocolloca fra i “non stupidi” inevitabilmente sta fra gli stupidi. Infatti, secondo l’assioma di Forrest Gump (stupido è chi lo stupido fa), l’unico metodo per non essere stupido è produrre qualche risultato utile a qualcuno.

1 reply

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] i soldi dalle tasche degli degli altri alle proprie, che creare valore per sè e per gli altri. (cfr Cipolla).Vorremmo sottolineare che tutto ciò ha ben poco a che fare con la solidarietà; si tratta infatti […]

Comments are closed.