Competitività: perderemo ancora posizioni?

Come lettori di questo sito sanno, non mancano gli indicatori di competitività per diversi paesi, compilati da istituzioni internazionali ed enti privati, su cui spesso ci siamo soffermati per mostrare la bassa posizione raggiunta dall’Italia, sia rispetto agli altri paesi europei che in assoluto.

Nei giorni scorsi l’Economist Intelligence Unit (società collegata al settimanale britannico) ha pubblicato il Business Environment Ranking, un indice che misura l’attrattività e la competitività di un paese per le imprese. L’indice (che varia da 1 a 10) è costruito sulla base di dieci criteri: il contesto politico, la situazione macroeconomica, le opportunità di mercato, le politiche rispetto alle imprese ed alla concorrenza, la tassazione, l’accesso al credito, il mercato del lavoro e le infrastrutture. In totale 91 indicatori, sia quantitativi sia qualitativi, sono stati utilizzati per costruire l’indice.

L’aspetto interessante di questo indice – e la principale differenza rispetto ad altri – è che valuta il passato (2009-2013), ma fornisce anche una valutazione sull’andamento futuro (2014-2018), e le aspettative sono importanti in quanto influenzano le scelte future delle imprese.

I paesi più attrattivi per le imprese sono quelli che primeggiano anche nelle altre classifiche, un aspetto interessante è l’estrema inerzia delle aspettative sul futuro rispetto alla performance passata: i paesi ai primi posti nel 2009-13 rimarranno ai primi posti anche nei prossimi anni, e le variazioni sono limitate a poche posizioni, almeno per quanto riguarda i primi posti.

Economist Ranking 600 x 250

L’Italia occupa la 42a posizione, e le aspettative non sono positive, in quanto prevendono una discesa fino al 48° posto, anche se il punteggio dovrebbe essere in lieve crescita. Questo vuol dire che è atteso un miglioramento degli altri paesi più veloce del nostro, e questo ci porterà a perdere ulteriori posizioni.

Un’ulteriore chiamata per fare le riforme presto e bene.

Roberto Ricciuti

PS – Qui la tabella intera Business environment tabella

 

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *