L’assioma di Knight e gli #economisti

[il] ragionamento degli economisti… che gli uomini lavorino per sforzarsi di uscire dai guai è almeno per metà un capovolgimento dei fatti. Le cose per cui si lavora sono causa di fastidi tanto spesso quanto di soddisfazione; con la medesima ingegnosità ci si mette e si esce dai guai, ed in ogni caso ci si resta… Un uomo che non ha nulla di cui preoccuparsi nell’immediato si dà da fare per creare qualcosa, si getta in qualche gioco che lo assorba, si innamora, si prepara a conquistare qualche nemico, oppure caccia i leoni, cerca di raggiungere il polo nord o quant’altro[1].

[1]                   F.H. Knight, The Ethics of Competition, New York, Harper & Bros., 1936, p. 32.

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *