Una promessa di pagella per l’ASP di Asti

Lunedì 23 giugno a “La versione di Oscar” si parlerà di ASP, la società partecipata in via maggioritaria dal Comune di Asti che si occupa di raccolta e nettezza urbana e trasporti locali.

Nelle parole del presidente «Abbiamo ottenuto un risultato mirabile, chiudendo con un utile di 542.000 euro, più del doppio di quello del 2012 (221.997 euro). E’ un ottimo risultato tenendo conto che abbiamo subito il taglio di 500.000 euro sull’igiene urbana e di altri 500.000 sul tpl da parte del Comune.Tutti gli utili saranno distribuiti tra i soci e al Comune di Asti andranno 298.000 euro».

Peccato che i crediti non ancora incassati (che preoccupano assai i revisori dei conti) siano la bellezza di 11.528 milioni a fine 2013 (seppure in calo dai 14.502 milioni del 2012): tanti utenti non pagano e la società pensa bene di distribuire dividendi; forse la ragione va cercata nella impellente necessità di denaro del Comune?

Chi non paga le bollette, da anni? E queste utenze sono state interrotte o sono ancora attive? E se sono attive, quanto “perde” ogni anno l’ASP?

Le risposte potranno arrivare nel corso della trasmissione radiofonica su Radio 24. Noi di ItaliAperta la seguiremo con attenzione e ne trarremo utili elementi per dare la pagella agli amministratori cittadini e della società astigiana.

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *